Il punto

L’ARTE È UNO DEI LINGUAGGI
CHE L’ UOMO USA PER ESPRIMERSI E COMUNICARE.

E’ un linguaggio che si legge con la vista e è veicolato da immagini (figure, icone) perciò è chiamato indifferentemente: linguaggio visivo,  visuale, figurativo, iconico.

Questo linguaggio sta alla base di tutte le immagini:  quadri, architetture, sculture, pubblicità, fotografia, televisione, cinema, fumetti, multimedialità sono costituite da un comune linguaggio visuale.

Come tutti i linguaggi anche quello visuale può essere scomposto in elementi semplici che sono: I SEGNI (punti, linee, texture), I COLORI, LA LUCE, IL VOLUME…
Gli elementi semplici si combinano secondo alcune regole che si chiamano: COMPOSIZIONE

Come le lettere dell’alfabeto compongono le parole e le parole costituiscono le frasi seguendo le regole della grammatica, così combinando gli elementi semplici del linguaggio visuale secondo le regole della composizione possiamo COSTRUIRE  IMMAGINI CHE COMUNICANO SIGNIFICATI 

Immagine

IL PUNTO

Il più semplice degli elementi su cui si basa il linguaggio visivo è IL PUNTO.

Il punto è  la traccia più piccola che possiamo lasciare intervenendo su di una superficie con uno strumento.

I punti non sono tutti uguali, ma si differenziano a seconda :

–  del mezzo-strumento  con cui sono realizzati

–  della superficie-supporto su cui sono realizzati

–  della FORMA: un punto non ha unicamente la forma rotonda, ma può avere diverse forme (ovale, stellata, quadrata, irregolare, ecc).

–  del COLORE

–  delle DIMENSIONE : un punto in arte  ha sempre una dimensione (diversamente dalla geometria) che può essere più o meno grande, può presentandosi anche come una macchia.

–  della DISPOSIZIONE :quando si mettono più punti si può scegliere se metterli addensati o rarefatti, allineati o disposti liberamente.

schm punto

Utilizzando punti di colore, forma,, dimensione e disposizione diversa si possono realizzare delle immagini. Alcuni pittori francesi della fine del 1800, come SEURAT e  SIGNAC, dipingevano proprio così i loro i loro quadri e, per questo, sono stati chiamati  PUNTINISTISe vuoi saperne di più vai a STORIE dell’ARTE – Puntinismo e divisionismo. Il quadro qui sotto , per esempio, é di SEURAT

entrance

ESERCIZIO : tavola punto\1 , pennarello

Questa è la prima tavola che dovrai realizzare. espunti6

COME SI FA: dividi il foglio in sei parti uguali . Poi con i pennarelli:

1-Nella prima parte disegna dei punti più fitti verso l’alto e più rarefatti verso il basso

2-Nella seconda parte disegna dei punti più fitti verso il centro e più rarefatti verso il bordo esterno

3-Nella terza parte traccia una linea libera a matita, addensa i punti sulla linea e disegna punti più rarefatti man mano che ti allontani dalla linea

4-Nella quarta parte diisegna due volte con la matita la stessa figura geomerica semplice e regolare, facendo in modo che si incrocino. Cancella la parte incrociata. Addensa i punti sul bordo interno della figura completa e su quello esterno della figura non completa (guarda esempio).

5-Nella quinta parte disegna tanti cerchi. Possono essere concentrici o sovrapporsi. Colorali addensando i punti sullo sfondo e sui bordi esterni dei cerchi (vedi esempio)

6- Nella sesta parte fai un disegno libero, ma utilizzando punti di colore, dimensione, forma addensamenti diversi

Avete un esercizio simile anche sul libro laboratorio A, pag 14-15.

ESERCIZIO : COME I PUNTINISTI tavola punto\2 , pennarello

punto tigrePer la seconda tavola disegneremo qualcosa utilizzando solo dei puntini.

COME SI FA : devi trovare  una fotografia in bianco e nero o a colori, abbastanza grande (quasi come il foglio da disegno: cercala su delle riviste e dei giornali) che rappresenti un animale , o un oggetto o un paesaggio. Ricalca l’immagine con la matita su un foglio da disegno liscio, distinguendo bene le aree chiare da quelle scure. il punto  mela Con il pennarello nero a punta media, comincia a riempire le varie aree di puntini: più addensati nelle zone scure e rarefatti in quelle chiare. Ogni tanto allontana il disegno dagli occhi e vedi se hai raggiunto l’effetto che volevi ottenere. Alla fine cancella la matita. Puoi provare anche a lavorare con i colori.

Qui sotto puoi vedere alcuni lavori realizzati dai tuoi compagni negli scorsi anni (cliccca sulle immagini per ingrandirle).

ESERCIZIO: COME GLI ANTICHI ROMANI , tavola punto\3 , mosaico in cartoncino

Nell’antica Roma si utilizzavano MOSAICI, in bianco e nero o a colori,  come pavimentazione delle case. Un mosaico è fatto con tanti pezzetti di materiali vari (vetro, pietra, ceramica..) , accostati uno all’altro per formare un disegno. Puoi trovare più informazioni in classe PRIMA-STORIE DELL’ ARTE – il mosaico, oppure sul libro,  nella sezione dedicata alle tecniche. Qui sotto puoi vedere alcune immagini di particolari di pavimento .

mosaici romani

Noi non possiamo realizzare un mosaico in pietra, quindi faremo una imitazione in cartoncino. Ti serviranno tre cartoncini (grigio, bianco, nero), forbici, colla, matita, gomma, righello

COME SI FA: dal cartoncino grigio taglia un quadrato  di  20×20 cm. Disegna sul cartoncino grigio una una cornice di un 1 cm sul contorno. Al centro fai un disegno che ti piace. Il disegno deve essere semplice e senza troppi particolari . Inoltre deve essere qualcosa che anche gli antichi romani potessero conoscere: fiori, animali, decorazioni geometriche. Il cellulare e lo scudetto del Milan quindi non vanno bene.
Sul cartoncino bianco e nero disegna delle strisce di 1 cm di spessore e poi taglia tanti quadratini di circa 1 cm. Incollali sul disegno, in modo ordinato. Se serve li puoi sagomare. Lascia un piccolo spazio tra un quadratino e l’altro, per fare vedere un po’ del grigio sottostante, che imita il “cemento” che tiene insieme le tessere di pietra del mosaico vero. Quando hai finito puoi “lucidare” l tuo mosaico passando sopra uno strato sottile di vinavil. Incolla il tuo mosaico su un cartellone vicino a quelli dei tuoi compagni, alternando un mosaico dal bordo nero con uno dal bordo bianco.

img037

mosaico invio

ESERCIZIO: COME GLI ABORIGENI , tavola punto\4 , tempera su carta colorata

Questi dipinti, composti di soli punti e linee, sono stati creati da artisti aborigeni australiani secondo la loro antica tradizione. Osservali con attenzione queste immagini perchè dovrai realizzare anche tu una immagine simile. Se vuoi saperne di più vai a classe PRIMA- STORIE DELL’ARTE – ARTE ABORIGENA AUSTRALIANA

aborigeni

COME SI FA: trova un foglio di carta colorato, ad esempio un foglio di carta da pacco marrone. Oppure puoi colorare tu, con le tempere e un pennello un pò grosso, un foglio da disegno, poi lascialo asciugare bene. Sul foglio colorato traccia con la matita tenuta leggera la struttura del disegno. Adesso con un pennello (o con la punta delle dita) e alcuni colori a tempera completa il disegno , riempiendo le varie parti con tanti punti allieneati, come negli esempi. Avete lo stesso esercizio sul libro laboratorio A, pag 19.

commenti
  1. Anonimo ha detto:

    il sito è molto interessante ma avrei voluto stampare la parte per la prima classe che parla del punto…ma non riesco

  2. prendilamatita ha detto:

    Vero. Nn si può. Noi facciamo così:CLICCHIAMO SULLA PARTE CHE CI INTERESSA, LA COPIAMO E INCOLLIAMO SU DOCUMENTO WORD O PAINT E POI LA STAMPIAMO. Se ti serve possiamo mandarti la presentazione originale in Power Point. Facci sapere.

  3. Elisa Santambrogio ha detto:

    Ciao Rita, sono un’insegnante di Arte e Immagine vengo a conoscenza del tuo blog tramite un mio alunno di prima che proprio oggi mi ha mostrato la tua mappa sul punto! Anch’io ho aperto un blog da quasi due anni, se vuoi “farci un giro” sei la benvenuta! http://elisasantambrogio3.blogspot.it/, si chiama immagin@rti.
    Grazie e complimenti per il tuo lavoro e per la bravura dei tuoi studenti! A presto. Elisa

pensavo che..

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...