Frutti e oggetti

Il procedimento per riprodurre fiori, foglie, frutti o oggetti dal vero o da un’ immagine è sempre lo stesso:
1) osservare bene l’oggetto
2) trovare nell’oggetto assi di simmetria, linee di struttura, relazioni geometriche
3) stabilire l’ingombro (lo spazio che il nostro disegno occuperà sul foglio)
4) tracciare sul foglio  le linee corrispondenti agli assi di simmetria, alle linee di struttura, alle relazioni geometriche identificate sull’oggetto.
5)  tracciare il contorno dell’oggetto
6) studiare le luci, le ombre , i toni di colore e riprodurli con la tecnica scelta

Neelle immagini che puoi vedere tracciate le line di  simmetria,, di  struttura e le forme geometriche che si possono vedere in foglie, fiori, frutti e oggetti.

geometrizzazione
.
mele
natura morta 1.
TAVOLA 1\2 esercizi per NATURA MORTA 
Osservando un fiore, una foglia, un frutto o un oggetto dal vero, disegnalo in brutta a matita sul quaderno. Prima osserva bene, cerca di vedere le linee di struttura e le forme geometriche che ti aiuteranno a disegnare l’oggetto in modo proporzionato. Traccia sul foglio le line di struttura, poi disegna il contorno dell’oggetto. Osserva bene toni di colore, luci e ombre e cerca di riprodurli usando la matita nera o colorata.  Quando ti sembra di aver ottenuto un buon risultato  ridisegna 4 volte l’oggetto su 2 fogli da disegno (ricalcalo..).
Traccia i contorni con una matita tenuta leggera.  Poi completa il disegno riportando luci, ombre, toni di colore.  Usa queste tecniche: matita, matita colorata, china (o biro) nera, pastello a cera o olio. Nelle immagini puoi vedere le varie vasi del lavoro.
.
Adesso realizza la tua prima “natura morta”. Procurati dei frutti, degli ortaggi,  delle foglie (per esempio di fico o di vite) e degli oggetti: un piatto, rotondo o ovale, oppure una ciotola o un cesto, poi  brocche, bottiglie, ecc. Disponi la frutta sul piatto, a semicerchio, facendo attenzione a porre  i frutti più grandi dietro e a far sovrapporre i frutti in modo che le loro forme restino leggibili. Controlla in che modo la luce colpisce i frutti  (sarebbe meglio venisse da un lato). Fai attenzione anche ai contrasti colore. Inserisci le foglie. Inserisci uno o due oggetti. Puoi variare la composizione a tuo piacimento. Quando sei soddisfatto della composizione comincia a disegnarla su un foglio ruvido 24×33, non squadrato. Usa una matita piuttosto morbida (2 B) e tieni il tratto leggero. Nel disegnare non dimenticare quello che hai imparato (definire l’ingombro, trovare linee di struttura, ecc.). Infine colora con le tempere. Puoi scegliere se utilizzare un solo colore o più colori, e se tenere i toni separati o  fonderli  (sfumature). Nelle immagini puoi vedere le varie vasi del lavoro. .
 VARIANTI : se non vuoi usare le tempere puoi provare altre tecniche. Qui sotto vedi quattro mele colorate con tecniche diverse.

La prima è colorata a pennarello, la seconda e la terza a matita colorata su foglio bianco o nero, l’ultima ad acquarello.

.

mele 4Immagini tratte da: Bersi Ricci, Guardare, capire, fare , Zanichelli e da AAVV, Il bello dell’arte, Bruno Mondadori Zanichelli.

.

Il pennarello non è molto adatto per rendere il chiaroscuro e  le sfumature di colore. 

Però puoi provare  a usarlo in diversi modi
:
– accostando tratti di colore o piccoli punti
– sovrapponedo i colori: il pennarello è abbastanza trasparente e ripassandolo puoi scurire o modificare un colore
.
.
.
Immagine mela penn
Questa è la natura morta ottenuta con i pennarelli da un ragazzo di seconda. In alcune zone ha sovrapposto i colori per ottenre toni diversi.
 
Scansione0008
Più adatto è l’utilizzo della matita, normale o  colorata. 
In questo caso devi ricordare che sia la matita di grafite che quella colorata sono una tecnica lenta, in cui bisogna utilizzare tratteggi leggeri di  affiancandoli o sovrapponendoli uno all’altro, ripassando più volte fino a raggiungere la tonalità e l’ l’intensità di colore che serve. Le matite non andrebbero mai “calcate” e la grana del foglio si dovrebbe intravedere. Le luci più chiare si ottengono lasciando bianco il foglio fin dall’inizio del disegno.
.
Le matite colorate si possono usare anche su sfondi colorati, per esempio scuri o neri. In questo caso devi lavorare in negativo: le ombre si ottengono lasciando vedere il colore scuro del fondo e le luci più intense con matite chiare o con il bianco..
 Immagine mela bw.
 Qua sotto alcune  nature morte di ragazzi della tua età, eseguite utilizzando la matita di grafite o le matite colorate.  Come vedi l’utilizzo della stessa tecnica può portare a risultati molto diversi.
.
.L’acquarello è una tecnica abbastanza difficile.  Però se non si prova non si impara. Se è la prima volta che lo usi il consiglio è di procedere per strati lasciando asciugare di volta in volta, come nelle immagini che seguono.
 Immagine mela4
.nm4a
 
Puoi ottenere buoni risultati anche utilizzando il pastello a cera o , meglio, a olio.
Adesso prova tu.  Se non riesci a procurarti dei frutti e degli oggetti veri,  qui sotto puoi trovare delle immagini con cui esercitarti. molte altre le puoi trovare facilmente sul web.
SE VUOI CIMENTARTI IN UNA GRANDE IMPRESA  O SE VUOI CAPIRE COME SI REALIZZANO DELLE NATURE MORTE CON COLORI A OLIO, COLLEGATI A :

http://www.disegnoepittura.it/canestra-di-frutta-di-caravaggio-copia/